Castel Sant’Angelo di Licata: una meraviglia per gli occhi


Castel Sant’Angelo: una bellezza mozzafiato

Castel Sant’Angelo di Licata fa parte dell’antico sistema di avvistamento che si estende lungo tutto il litorale licatese e nasce su una precedente torre di avvistamento realizzata alla fine del ‘500, situato sulla sommità della del “monte Ecnomo” suo nome antico, oggi monte Sant’Angelo.

La costruzione del castello inizia nel 1615 sotto la dominazione spagnola,  ciò lo si può notare dagli aspetti visibili che si riscontrano anche nell’architettura della struttura abitativa, è infatti un esempio di fortezza barocca, uno dei pochi costruiti in Sicilia.

Il “forte” nasce dunque per scopi militari, circondato da un fossato, dove all’interno ospitava soldati, magazzini e stalle.

Alle sommità perimetrali erano stati adibiti dei punti di vedetta, dove la posizione garantiva una vista strategica da cui era possibile avere un’ampia panoramica e nelle giornate limpide è possibile vedere ad occhio nudo le coste del ragusano.

Nel corso dei secoli il castello ha mutato la sua funzione fino a diventare nel 1969 luogo di particolare interesse artistico e storico. Negli anni ’80 è stato oggetto di restauro ed oggi il castello è un museo etnologico visitabile gratuitamente.

Rifacendosi ad alcuni cenni storici, “La montagna” così chiamata dai licatesi, è un importante sito archeologico dove sono stati ritrovati reperti di diverse epoche.

Sul “monte Ecnomo”, sin dall’antichità si sono stabiliti insediamenti umani, ha rappresento nei secoli il centro della città. In zona sono presenti altri reperti archeologici, come la Grangela, la cui prima costruzione risale all’età ellenistica. Nel corso dei secoli la città si è andata sviluppando verso il mare. Molti dei reperti erano custoditi nel museo archeologico di Licata, rimasto chiuso dopo il restauro e la cui mancata riapertura sembra legata più a questioni burocratiche. Nel 256 a.c. il mare antistante Licata è stato teatro di una grande battaglia navale tra Roma e Cartagine e da qui fu ribattezzata la “battaglia di Capo Ecnomo” e il contesto era quello della prima guerra punica.

 http://www.licatainrete.it/monumenti-licata-castel-santangelo 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *