Trekking delle grandi querce


nasciam-trekking-percorso

  • Interesse: 5/5 (alto, alta valenza storica, culturale e naturalistica)
  • Lunghezza: 18 km, circolare
  • Grado di difficoltà: E ” Escursionistico ” (Itinerario su sentieri o tracce di sentiero ben visibili, normalmente con segnalazioni. Può avere tratti ripidi; i tratti esposti sono di norma o protetti, o attrezzati. Può prevedere facili passaggi in roccia, non esposti e che comunque non richiedono conoscenze alpinistiche specifiche);
  • Periodi consigliati per prenotare: da settembre a novembre, da febbraio ad aprile;
  • Proposte per vivere al meglio l’esperienza: è possibile realizzare la camminata in un solo giorno, oppure in due con pernottamento in tenda portata sul luogo di sosta notturna dagli organizzatori, senza che i partecipanti si carichino di peso;
  • Equipaggiamento: zaino, scarpe da trekking, capi adatti alle temperature di quei giorni, impermeabile (in caso di pioggia), torcia, gavetta con bicchiere (o piatto di plastica dura), macchina fotografica e binocolo (per chi vuole).
  • Offerta: donazione minima di 50 euro a persona (comprensivi di guida naturalistica e accompagnatore, assicurazione, eventuale trasporto tenda, depliant, gadget, merenda);
  • Contatti: niscemi@lipu.it, Tel: 3887556053 (Davide).

—–

dscn3210

——-

foto-3-trekkingDue giorni ricchi di sorprese dedicati ai colori del bosco: tra i prati estesi di rosmarino con i sui colori, ciclamini e vegetazione tipica della macchia mediterranea si passerà da un bosco all’altro.

Dal bosco Ulmo, si scenderà verso contrada Pisciotto, all’interno della Riserva Naturale Orientata “Sughereta di Niscemi“, passando dalle case di Ulmo (vecchia masseria tutt’ora azienda agricola) e dall’antico abbeveratoio della zona. Arrivati quindi nel cuore della foresta mediterranea, testimonianza di un passato in cui ampie sugherete vegetavano lussureggianti, si camminerà lungo un sentiero fino alla monumentale e meravigliosa “Pianta Mosaica“, l’immensa e meravigliosa quercia da sughero che, con i sui sei metri di circonferenza, è la più grande e longeva d’Europa, con un età stimata di circa 450 anni.

Il trekking prosegue poi verso contrada Polo, con sosta presso una pineta affacciata alla Valle Terrana e al Bosco di Santo PietroArrivati a metà percorso, dopo una sosta con una merenda offerta dagli organizzatori, ci dirigeremo verso le case Carruba, un’altra bella e vecchia masseria. Da lì, inizierà il cammino nel bosco della Stizza per arrivare al punto di partenza, a bosco Ulmo, dove gli organizzatori, a conclusione dell’iniziativa, offriranno gadget e depliant informativi.

—-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *