Lo scrigno di biodiversità del Comunelli


Siamo ai confini della ZPS “Torre Manfria, Biviere e Piana di Gela”: il lago Comunelli è il grande escluso, nonostante sia tra le aree del Golfo a più alta densità di uccelli. L’area presenta una diga artificiale che nel corso del tempo si è andata a naturalizzare, con un folto bosco di tamerici e il perimetro ricoperto da canneto. Le guide vi faranno apprezzare e conoscere le tante specie ornitiche presenti come il Pollo sultano e la Moretta tabaccata e poi ci si addentrerà nel boschetto fino ad un’altura da cui si potrà ammirare il paesaggio: il paese di Butera sullo sfondo, lo specchio d’acqua che riflette le colline limitrofe, il sole che indietreggia dietro le rupi calcaree… che cingono la zona umida e un tempo erano abitate da popoli preistorici: un sentiero vi porterà a seguirne le ultime tracce rimaste.

Periodo consigliato per una visita: tutto l’anno.

Lunghezza percorso: in base alle esigenze, proponiamo itinerari di 3 km, 5 km e 7 km con pranzo a sacco.

Tempo di percorrenza: dalle 2 alle 5 ore con guida naturalistica, in base al percorso scelto.

Difficoltà: media, inizialmente è previsto un tratto in salita per arrivare al punto più alto.

Scarica la mappa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *