Dalle fortificazioni greche alla Seconda Guerra Mondiale


Un interessante intreccio storico di oltre duemila anni per conoscere e comprendere le vicissitudini belliche del territorio. All’interno della città è possibile visitare i resti delle Mura Timolontee, erette nel IV sec. a.C, per poi rivivere le atmosfere medievali del Castelluccio, una roccaforte voluta dall’imperatore Federico II di Svevia, sita lungo la SS 417.

Partendo a piedi da un parcheggio situato a 1 km di distanza dal Castelluccio di Gela si arriva sull’altura dalla quale sarà possibile osservare l’intera Piana di Gela e fare birdwatching osservando rapaci in migrazione sfruttare le termiche, le cicogne bianche volteggiare alla ricerca di cibo e, per chi sarà fortunato, poter ammirare il passaggio delle Gru Grus grus a dicembre oppure a marzo.

castelluccio 19-08-2014 (4)

 

Inoltre nei pressi del castello e nelle contrade tra Gela e Licata, è possibile visitare i bunker costruiti dalle truppe italo-tedesche ed impiegati nella sanguinosa battaglia di Gela, avvenuta in seguito allo sbarco degli Alleati nell’estate del 1943.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *